Le agevolazioni fiscali per il risparmio energetico 65%

Galletti incontra Associazione Meccanica

Data pubblicazione: 2017-03-21

La legge di bilancio 2017 (legge n. 232 del 11 dicembre 2016) è stata prorogate fino al 31 dicembre 2017, nella misura del 65%, la detrazione fiscale per gli interventi di riqualificazione energetica degli edifici. Nella stessa misura è prevista anche la detrazione per gli interventi sulle parti comuni degli edifici condominiali e per quelli che riguardano tutte le unità immobiliari di cui si compone il singolo condominio.

Le detrazioni Irpef (imposta sul reddito delle persone fisiche) e Ires (Imposta sul reddito delle società) sono concesse per interventi che aumentino il livello di efficienza energetica degli edifici esistenti e che riguardano le spese sostenute per:

• La riduzione del fabbisogno energetico per il riscaldamento;

• Il miglioramento termico dell'edificio esistente (finestre, coibentazioni, pavimenti);

• L'installazione di pannelli solari;

• La sostituzione degli impianti di climatizzazione invernale.

In merito all'ultimo punto si intende la sostituzione integrale o parziale di impianti di climatizzazione invernale esistenti con impianti dotati di caldaie a condensazione, pompe di calore ad alta efficienza e impianti geotermici a bassa entalpia. Non è agevolabile l'installazione di sistemi di climatizzazione invernale di edifici che ne erano sprovvisti. Accedono invece alle detrazioni gli interventi relativi alla trasformazione degli impianti individuali autonomi in impianti di climatizzazione invernale centralizzati con contabilizzazione del calore.

Dal 1° gennaio 2018 l’agevolazione sarà invece sostituita con la detrazione fiscale del 36% prevista per le spese relative alle ristrutturazioni edilizie.

Fonti:

Agenzie delle Entrate

Assoclima

Sitemap